Archivio per aprile, 2012

Buone notizie: approvata la mozione con cui i Consiglieri Marco Cappato (Gruppo Radicale-Federalista europeo, sostenuto dai Radicali per Sant’Ambrogio e dal loro portavoce Lucio Bertè) e David Gentili (Partito Democratico) hanno chiesto una pausa di ripensamento sulla realizzazione del parcheggio interrato in piazza Sant’Ambrogio! Questo nella stessa seduta di ieri 19 aprile in cui il Consiglio Comunale ha approvato la revoca di altri sei parcheggi interrati, in sedi rilevanti, ma di significato simbolico e storico per la città non pari a quello di piazza Sant’Ambrogio. (altro…)

Riceviamo da una studentessa di Scienze del turismo e Comunità locale dell’università Bicocca di Milano la richiesta di poter linkare un questionario sull’archeologia a Milano, in base cui elaborerà poi la sua tesi di laurea: sono 27 domande per rispondere alle quali bastano pochi minuti. Aiutiamola.
Una volta concluso lo studio non esiteremo a pubblicare i risultati anche su Salvalapiazza!
Ecco il link al questionario.

Una garbata polemica vede su posizioni diverse l’assessore al commercio e turismo del Comune di Milano Franco D’Alfonso e l’assessore alla cultura Stefano Boeri. Nell’articolo che riportiamo qui sotto si parla di cultura e musei a Milano, un tema a noi caro. Il motivo per il quale riportiamo questo articolo è un passaggio in cui l’assessore D’Alfonso sembra esprimere un particolare apprezzamento per un destino di piazza Sant’Ambrogio che non sia quello della totale distruzione della piazza per trasformarla in un immenso garage sotterrraneo. Meglio sarebbe – pare di capire – integrare la piazza in sistema archeologico cittadino teso a volrizzare le nostre memorie. Scrive D’Alfonso: “Noi abbiamo il ‘problema’ della visibilità delle collezioni di Brera o del Castello Sforzesco, ovvero quello di ridare slancio e significato a veri e propri tesori semi-abbandonati, come il Museo della Scienza e della tecnica, da rimettere in collegamento con la zona romanica attigua di Sant’Ambrogio e piazzale Aquileia“.
Veri e propri tesori semi-abbandonati: parole sante! Anzi peggio, tesori in via di sistematica distruzione, sotto gli occhi delle sovrintendenze, che sembrano infermierine di guerra intente ad asportare i cadaveri dei soldati fra una granata e l’altra. Chiediamo a D’Alfonso e a Boeri di esplicitare il loro pensiero circa un possibile progetto alterativo di vera tutela e valorizzazione della piazza, in continuità con il sistema della Milano romana, come recentemente ventilato anche in una mozione a firma del consigliere comunale Marco Cappato. (altro…)