Come un terremoto? Attenti al campanile

Pubblicato: febbraio 2, 2012 in Uncategorized
Tag:,

Possiamo essere tutti tranquilli per il nuovo e  inutile parcheggio di Piazza Sant’ Ambrogio? Il danno architettonico ambientale alla piazza è cosa certa. Ci saranno strutture per la ventilazione del sotterraneo, rampe di accesso. Forse non aumento di traffico, dato che la creazione della zona C ha reso del tutto superflua questa “grande opera”. Ma i monumenti sono davvero sicuri?
Il campanile dei canonici è oggetto  ora di attenzione,come si ricava dai ponteggi che lo stringono. Evidentemente c’è di che preoccuparsi.
Con i restauri dell’architetto Reggiori, nel dopoguerra, l’ interno della canna del campanile fu completamente alterato con la costruzione di una struttura in cemento armato. Il pericolo del cemento armato inserito in una struttura laterizia antica è che i due sistemi sono tra loro incompatibili e le sollecitazioni che in caso di scosse (un terremoto, ma anche un imponente cantiere vicino, come quello per lo scavo del parcheggio) producono comportamenti pericolosamente diversi, come si è visto nella basilica superiore di Assisi dove il recente terremoto fece crollare le volte abbattute dalla caduta delle travi in cemento armato. Abbiamo dunque tutte le ragioni di  temere per la resistenza del campanile del IX secolo agli assalti di  una malintesa modernità. Alcuni giorni fa Milano è stata visitata da due scosse di terremoto della scala 4. Non abbastanza per causare dei crolli, per fortuna, ma interessanti come  ammonimento.

Carlo Bertelli

Annunci
commenti
  1. Enrico Del Vescovo ha detto:

    Sono perfettamente d’accordo con chi sostiene che non bisogna lasciare i costruttori alla guida dei grandi affari. Dunque via i costruttori dall’EXPO. Occorre tutelare seriamente i monumenti storici e non assecondare il modello di sviluppo basato su cemento ed automobile. Qundi niente parcheggio vicino ai monumenti! Non sono residente a Milano ma lo dico innanzitutto da libero cittadino che ancora vuole credere nella possibilità di tutelare il patrimonio del nostro paese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...